martedì 7 novembre 2017

Una serata dedicata a Innocenzo Manzetti (e a Sherlock Holmes)

Come ho già avuto di raccontare Innocenzo Manzetti è forse il più bistrattato tra i grandi uomini d'Italia. 
Sfortunato da morto come da vivo non gli è stata riconosciuta la paternità di molte invenzioni. Tra queste, una piccola piccola, il telefono, quando Meucci stesso riconosceva che gli studi di Manzetti erano più avanzati dei suoi.
Ha inventato anche un sacco di altre cose, la mia invenzione preferita è la sua macchina a vapore, con un'autonomia su strada e una maneggevolezza che nessun altro mezzo a vapore aveva. 

Un manipolo di studiosi oggi cerca di divulgarne la storia e si batte (oddio, detto così fa cosa molto epica, ma è semanticamente corretto) perché i suoi meriti vengano riconosciuti.

Personalmente mi sono innamorata della sua storia e l'ho messa al centro del mio romanzo Sherlock Holmes e il mistero dell'uomo meccanico. Grazie ad Holmes ho potuto indagare su Manzetti e sulle sue mille invenzioni.

Se anche voi siete incuriositi e ne volete sapere di più ne parleremo la sera di venerdì 10 novembre a FONTANETO D'AGOGNA (NO) presso La Casa di Paglia.

Per chi volesse leggere il mio romanzo, lo travate in vendita qui, come tutte le mie altre pubblicazioni sherlockiane, tra cui l'ultimo Sherlock Holmes contro il Fantasma dell'Opera

4 commenti:

  1. Se la presentazione fosse più vicina farei volentieri un salto! Il tuo romanzo mi incuriosisce, sei nella lista dei blogger che vorrei leggere, potrei cominciare con questo libro ispirato a Manzetti. In bocca al lupo per la presentazione!

    RispondiElimina
  2. Caspita, come mi piacerebbe venire! Ma per me muovermi durante la settimana è difficilissimo, e oltretutto non sono automunita. Avevo letto e acquistato il tuo romanzo a suo tempo, mi era piaciuto molto e quindi lo consiglio a tutti. L'avevo prestato anche a un'amica in lettura.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :)
      E, sì, siamo in effetti un po' fuori mano per te.

      Elimina